Archive

Archive for novembre, 2009

Si Berlusconi Day e il sondaggio fantasma/2

novembre 26th, 2009

Ho trovato su Facebook questa foto che mostra il sondaggio prima che venisse fatto sparire

e il link al sondaggio (che esiste ancora ma senza più i commenti e il titolo, proprio come dice il video)!!!

Sempre più patetici!! :D

attualità&politica, humor

Il mondo secondo “Le Monde Magazine”

novembre 25th, 2009

Oramai è chiaro che ce lo invidiano!! :P

humor

Novità sul rimborso Microsfot, ma solo in Francia

novembre 25th, 2009

La notizia è esaltante: un utente fa causa a Microsoft perché questa le nega il rimborso del software preinstallato sul portatile comprato… e vince!!! :D

Aspettiamo con ansia notizie del genere anche dall’Italia…

pc&affini

Notepad in Windows Xp SP3

novembre 24th, 2009

Ricordate i miei problemi ne sostituire il blocco note di Windows Xp?? Ne avevo parlato qui. Pensavo Speravo che fossero oramai ricordi del passato, dopo il mio passaggio a Ubuntu Linux, ma così non è stato. :-(

Dato il mio pc aziendale con Windows, mi sono dovuto rimettere a sistemare il tutto, e questa volta la sostituzione di Notepad2 è stata più difficoltosa del previsto; per fortuna che questa volta queste istruzioni hanno funzionato, almeno per le copie di notepad.exe nella directory Windows e Windows\system32!! :D

pc&affini

Errore nell’interpretazione dei fogli di stile di Firefox??

novembre 23rd, 2009

In questi giorni sto sistemando il sito principale (non il blog), cercando di applicare quello che ho imparato durante il corso al lavoro. L’idea era di creare un layout basato solo sui fogli di stile (CSS), creando un blocco DIV centrato con dentro (per ora) 3 blocchi DIV, uno per l’intestazione (con menù), uno con il corpo della pagina e uno per il piè di pagina; il risultato lo potete vedere nella home.

Come vedete l’idea (originalissima!!!) era di creare il menù principale come delle linguette per delle schede, facendo sì che la sezione visualizzata al momento (didattica, download o altro) appaia come la linguetta di una scheda in primo piano.
Ero perfettamente cosciente che i diversi browser gestiscono le istruzioni dei fogli di stile in modo diverso, e che avrei faticato non poco a creare qualcosa che sarebbe andata bene su tutti i browser, ma la cosa che mi ha stupito, e non poco, è come Firefox gestisce alcune di queste istruzioni, tra cui in particolare il valore del padding, cioè lo spazio tra il bordo e il contenuto di ogni “scatola”.

Nel layout che ho creato, il box grigio è l’intestazione, mentre il box più chiaro è il corpo; tra di loro non c’è margine né bordo, e il padding inferiore del box superiore è impostato a 0, ma come potete vedere dall’immagine qui sotto, Firefox mi aggiunge comunque un pixel, col risultato che le linguette delle schede (virtuali) sono staccate dal corpo.

screenshot dell'errore
quella piccola striscia appena sotto la scritta “blog” e “didattica” non ci dovrebbe essere

La cosa scandalosa, è che con Opera e con Internet Explorer le cose funzionano perfettamente!! :(

Avevo parzialmente risolto ingrandendo le linguette e mettendole sotto il box del corpo, ma la soluzione non mi convinceva del tutto, non essendo molto padrone di quei comandi, per cui ho preferito modificare leggermente il layout che avevo in mente, mantenendo quel bordino solo per le schede in secondo piano.

sito

Processo breve

novembre 23rd, 2009

PRESIDENTE, RITIRI QUELLA NORMA DEL PRIVILEGIO

SIGNOR Presidente del Consiglio, io non rappresento altro che me stesso, la mia parola, il mio mestiere di scrittore. Sono un cittadino. Le chiedo: ritiri la legge sul “processo breve” e lo faccia in nome della salvaguardia del diritto. Il rischioè che il diritto in Italia possa distruggersi, diventando uno strumento solo per i potenti, a partire da lei.

Con il “processo breve” saranno prescritti di fatto reati gravissimi e in particolare quelli dei colletti bianchi. Il sogno di una giustizia veloceè condiviso da tutti. Ma l’unico modo per accorciare i tempi è mettere i giudici, i consulenti, i tribunali nelle condizioni di velocizzare tutto. Non fermare i processi e cancellare così anche la speranza di chi da anni attende giustizia.

Ritiri la legge sul processo breve. Nonè una questione di destra o sinistra. Non è una questione politica. Non è una questione ideologica. E’ una questione di diritto. Non permetta che questa legge definisca una volta per sempre privilegio il diritto in Italia, non permetta che i processi diventino una macchina vuota dove si afferma il potere mentre chi non ha altro che il diritto per difendersi non avrà più speranze di giustizia.

ROBERTO SAVIANO

È possibile firmare l’appello qui, mentre qui si può leggere quali siano i veri pericoli (quelli che Emilio Fede e Il Giornale non vi diranno mai) di questo procedimento.

attualità&politica

Big Bang… un po’ tanta disorganizzazione

novembre 22nd, 2009

Ieri sera seratina deliziosa, abbiamo festeggiato il compleanno di Elena!! :D

compleanno di Elena al Big Bang

Unica nota stonata, il pub!! Che purtroppo, a causa dell’incapacità di riuscire a gestire le cose con ordine e metodo, è stato più discoteca che pub vero e proprio… ma andiamo con ordine.

Per la serata (un dopo cena) avevamo deciso di andare al Big Bang, in via Aurelia 1051, in quanto permetteva di soddisfare i vari gusti degli invitati: il Big Bang, infatti, ha la sala appena si entra, che è una sala normale, ovvero da pub (dove volevamo andare noi per poter chiacchierare) e una sala discoteca, dove si fanno feste di addio al celibato/nubilato, dove si può ballare, e dove soprattutto si paga 10 € per poter entrare…

Arriviamo lì, e visto che alcuni di noi ancora non sono arrivati, entriamo per dirlo al tipo alla cassa, per non perdere la prenotazione, ma il tipo non ci si caga di pezza!! Quando siamo tutti ed entriamo, il caro tizio si è dimenticato di noi, e non aveva più il tavolo per noi, per cui ci fa aspettare un attimo intanto che cerca di “creare” una sistemazione per noi…

Insomma, alla fine il caro tizio della cassa in un modo o nell’altro spinge per farci andare nella sala discoteca, dove però accadono spiacevoli conseguenze:

  • prima di tutto spendiamo di più rispetto ad una singola consumazione a testa;
  • non riusciamo a parlare a causa della musica tuz-tuz assordante; ad un certo punto neanche urlando riusciamo a sentirci;
  • ad una certa ora in quella sala non portano più le ordinazioni al tavolo, cosa che a noi non ci hanno detto, ma che abbiamo scoperto a nostre spese (siamo dovuti andare noi al bancone e ordinare), dopo che invano avevamo chiesto da 10 minuti i menù al tavolo, che ovviamente non ci hanno portato;
  • avevamo preparato tutto il pacchetto e il biglietto carino e divertente, ma tutto ciò è servito ben poco, visto che alla fin fine non si capiva nulla e le luci erano già state spente causa scimmie danzanti nella sala; praticamente non si riusciva a leggere il biglietto (ho dovuto usare il led del cellulare) e neanche a “sentirlo”. Per fortuna che cmq il regalo è piaciuto. :-)

Per la cronaca, dopo la piacevole permanenza in discoteca, saggiamente, abbiamo deciso di andare tutti insieme a chiacchierare a Piazza del Risorgimento, con la seratina che è finita ottimamente con un bel panino caldo con la Nutella!! :P

Insomma, se volete una serata senza troppi pensieri e divertente, coscienti fin da subito che volete una discoteca, il Big Bang è il posto che fa per voi, mentre se siete persone normali (magari che portate fuori degli amici per quattro chiacchiere), allora il Big Bang “potrebbe” non essere la scelta giusta. :D

amici

Si Berlusconi Day e il sondaggio fantasma

novembre 21st, 2009

Come sicuramente sapete (lo sapete?!) il 5 dicembre a Piazza della Repubblica a Roma si terrà il No Berlusconi Day, una manifestazione nata da alcuni utenti di Facebook per chiedere le dimissioni del piccolo corruttore colluso con la mafia che abbiamo al governo; qui sotto il testo dell’appello.

A noi non interessa cosa accade se si dimette Berlusconi e riteniamo che il finto “Fair Play” di alcuni settori dell’opposizione, costituisca un atto di omissione di soccorso alla nostra democrazia del quale risponderanno, eventualmente, davanti agli elettori. Quello che sappiamo è che Berlusconi costituisce una gravissima anomalia nel quadro delle democrazie occidentali -come ribadito in questi giorni dalla stampa estera ce definisce la nostra “una dittatura”- e che lì non dovrebbe starci, anzi lì non sarebbe nemmeno dovuto arrivarci: cosa che peraltro sa benissimo anche lui e infatti forza leggi e Costituzione come nel caso dell’ex Lodo Alfano e si appresta a compiere una ulteriore stretta autoritaria come dimostrano i suoi ultimi proclami di Benevento.

Non possiamo più rimanere inerti di fronte alle iniziative di un uomo che tiene il Paese in ostaggio da oltre15 anni e la cui concezione proprietaria dello Stato lo rende ostile verso ogni forma di libera espressione come testimoniano gli attacchi selvaggi alla stampa libera, alla satira, alla Rete degli ultimi mesi. Non possiamo più rimanere inerti di fronte alla spregiudicatezza di un uomo su cui gravano le pesanti ombre di un recente passato legato alla ferocia mafiosa, dei suoi rapporti con mafiosi del calibro di Vittorio Mangano o di condannati per concorso esterno in associazione mafiosa come Marcello Dell’Utri.

Deve dimettersi e difendersi, come ogni cittadino, davanti ai Tribunali della Repubblica per le accuse che gli vengono rivolte.

Il Club delle Libertà (negate?!) ha deciso di indire, per lo stesso giorno, stessa ora e nello stesso luogo, il Si Berlusconi Day (che fantasia…), una contro-manifestazione per far vedere il sostegno che il popolo italiano vorrà dare al suo leader. E sono così sicuri del successo della loro iniziativa, che hanno anche indetto un sondaggio sul loro sito… che io però non ho trovato!! :D

Peccato che neanche nella cache di Google ho trovato nulla, che risale al 13 novembre…

attualità&politica, humor

Donne di carta e donne di carne

novembre 20th, 2009

Voi quale preferite, tra una di carta…


Druuna

… e una di carne?? :P


Sophie Howard

Cliccando sulle immagini per andare nelle rispettive gallerie, mentre se ne volete altre (insaziabili) andate su ComicsBlog e SoftBlog. ;)

Uncategorized

L’uomo che continua a fissare le capre

novembre 19th, 2009

Avete presente il film L’uomo che fissa le capre, che ho fatto vedere ad alcuni di voi? Paolo ha scritto un nuovo articolo in cui specifica meglio alcuni dettagli riguardanti i componenti del film.

Il tizio che si vede in apertura di film, che tenta di attraversare il muro correndogli contro, si chiama in realtà Albert N. Stubblebine III, ed è veramente un ex generale degli Stati Uniti!! Nel link c’è anche un video in cui mostra gli esperimenti di prova per il futuro genocidio caprino. :D

Nel video c’è anche il tipo che affermava di aver ammazzato il proprio criceto!! :D

E per finire una chicca: il manuale dell’Esercito Nuova Terra esiste veramente, e si può scaricare qui!!! :D

Uncategorized